La Banda di Ieri

La banda Adriani IERI

Il Corpo Filarmonico “Francesco Adriani” è un’associazione che ha origini dal corpo bandistico di San Severino Marche.

La Banda musicale settempedana, costituita nel 1860, è intitolata ancora oggi a Francesco Adriani, “eccellentissimo musico” nato a San Severino Marche nel 1539 e morto a Roma nel 1575.

Molti validi maestri si sono avvicendati nella direzione musicale della Banda: da Giovanni Coccoli a Febo Censori, da Enzo Biondi a Dorando Marinelli e Domenico Fratini, fino ad arrivare all’attuale Maestro Vanni Belfiore.

Grazie agli infaticabili Prof. Pasquale Cocozza, Marino Ticà e Giorgio Traversi la Banda settempedana, dopo un lungo periodo di sospensione, nel 1980 ha ripreso l’attività, istituendo anche un corso di orientamento musicale e incrementando notevolmente anno dopo anno il numero dei componenti.

Il Prof. Pasquale Cocozza ha validamente retto la presidenza della banda per ben 15 anni, fino al 1995, anno in cui si è dovuto dimettere per motivi di salute.

Lo ha egregiamente sostituito Umberto Ferroni che con la sua tenacia ha proseguito l’opera iniziata dal suo predecessore per circa due anni. A prendere il suo posto è stato poi Aldo Paperi, ex componente della banda e anche lui “rifondatore” della stessa nel 1980.

Tornato di nuovo in carica, il Cav. Umberto Ferroni è stato Presidente della Banda Adriani fino al 2013 anno in cui è stato omaggiato con il titolo di Presidente Onorario.

Dal 2013 ha assunto la presidenza il Prof. Stefano Leonesi, che ha portato la Banda musicale a raggiungere molti traguardi. Il Corpo filarmonico “F. Adriani” è diventato così un’Associazione molto attiva arricchendosi negli anni di una Scuola di orientamento musicale e di un Gruppo vocale, il “Tourdion Ensemble”.

Nel 2020, dopo quasi sei anni di ottimo lavoro, Stefano Leonesi ha deciso di passare il testimone al neo Presidente Alessandra Aronne. Il Consiglio Direttivo è stato rinnovato accogliendo nuovi giovani componenti che hanno deciso di omaggiare l’operato di Stefano Leonesi affidandogli la carica di Presidente Onorario.

L'Associazione di Oggi